• 30 Settembre 2022

Aumento Biglietto Cinema? Annullato

aumento biglietto cinema annullato

Il temuto aumento del biglietto cinema è stato annullato dal Governo, che ha deciso di aumentare di 1-2 centesimi le accise sulla benzina. In questo modo vengono aggiunti quasi 150 milioni di euro ai finanziamenti previsti per il Fondo Unico per lo Spettacolo e gli spettatori dei cinema non dovranno sborsare l’euro in più a biglietto.


Il gatto di Schrodinger ha stabilito residenza in Italia, che ormai per quanto riguarda i prezzi del cinema soffre di indecisione cronica.

AUMENTO BIGLIETTO CINEMA ANNULLATO

Come annunciato da Gianni Letta, sottosegretario alla presidenza del Consiglio, è’ stato approvato oggi un decreto che annulla l’aumento di 1 euro sul biglietto del cinema previsto da 1° luglio 2011.

Il sovrapprezzo sui biglietti del cinema era stato incluso nel decreto Milleproroghe, approvato in via definitiva dal governo poche settimane fa, secondo il quale, dal 1° Luglio 2011 il prezzo del biglietto per entrare dei cinema avrebbe subito un aumento di 1 euro, condannando moltissime sale a chiudere o fare economia, e incrementando di fatto la pirateria.

Il cinema italiano è salvo, gli spettatori anche. A fare le spese di quest’ultimo decreto però è il prezzo della benzina, che con l’aumento delle accise lieviterà. Una brutta notizia, considerando il caro petrolio.

TUTTE LE FASI DEL PREZZO DEL BIGLIETTO DEL CINEMA

Il riassunto della storia vede finora 4 parti:

Quale sarà il prossimo capitolo della storia infinita? Da qui al Luglio 2011 ci sono altri 3 mesi e la creatività non manca.

Scrivi qui sotto cosa ne pensi.

Recenso

Mi piacciono il cinema, la televisione, il turismo e i libri. Piacere :)

5 thoughts on “Aumento Biglietto Cinema? Annullato”
  1. lavorando in quel settore, devo dire che avrei preferito l’euro in più, se si pensa a tutti gli spostamenti che si fanno in macchina e quante volte le persone vanno a vedersi un film…che poi, di film italiani, ne fosse uscito uno decente, le persone ad oggi aprezzano di più i film non italiani, magari europei, americani, asiatici, di tutti gli altri posti, ma non italiani, infatti, non è un caso che i film prodotti in italia, non arrivano mai a premiazioni di alto livello come un oscar, e non per mancanza di finanziamenti come fanno credere, ma perchè sono i film che fanno piangere anche agli animali…prendete un film storico fatto da poco, come “Noi Credevamo” (il film uscito per i 150 anni dell’unità d’Italia), da noi sono venute diverse scolaresche per vederlo, e tutti ci sono rimasti malissimo, uno per la scenografia con errori, poi per i contesti errati nelle date, tempi e quant’altro, nel quale viene omesso un po’ troppo.
    Quello doveva magari arrivare a qualche premiazione??? per me tra i tanti bocciati da una decina d’anni a questa parte!!
    Ma ormai l’Italia si fa bastare il minimo anche in queste cose.
    E noi come al solito ci rimettiamo con nuove accise sulla benzina, solo per non sentire gli imbroglioni dello spettacolo che fanno sciopero…con tutti i soldi che prendono, e come quando si era sentito che avrebbero scioperato i calciatori, quello che prendono loro in un mese io non lo vedo memmeno in 10 anni, ma queste persone si sentono anche nel diritto di scioperare!!! MAHHH…

  2. Sembrerebbe, come al solito, che il comasco sia una delle poche zone grigie dove si fa un po’ quel che si vuole difatti il famoso aumento è già arrivato per uci cinema.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.