giovedì 27 maggio 2010

IL CAVALIERE OSCURO

Con il film Il Cavaliere Oscuro il Batman di Nolan entra nella leggenda assieme alla sua metà, il Joker di Heath Ledger, Oscar postumo nel 2009.

il+cavaloere+oscuro+the+dark+knightFilm: Il Cavaliere Oscuro
Titolo originale: The Dark Knight
Nazionalità: USA
Anno: 2008
Durata: 146 minuti
Genere: azione, drammatico, fumettistico
Regia: Christopher Nolan
Sceneggiatura: Jonathan Nolan, Christopher Nolan
Fotografia: Wally Pfister
Musiche: Hans Zimmer, James Newton Howard
Scenografia: Nathan Crowley
Cast: Christian Bale, Heath Ledger, Michael Caine, Gary Oldman, Aaron Eckhart, Maggie Gyllenhaal, Morgan Freeman, Cillian Murphy, Eric Roberts, Anthony Michael Hall, Melinda McGraw, Nathan Gamble, Michael Jai White, Joshua Harto, Nestor Carbonell

Sequel di: Batman Begins

Il Cavaliere Oscuro in : DVD /Blu-Ray Disc


Trama


Tra la presenza di Batman, alter ego di Bruce Wayne (Christian Bale), il tenente James Gordon (Gary Oldman) e il nuovo procuratore distrettuale Harvey Dent (Aaron Eckhart), a Gotham City sembra regnare l'ordine e Bruce Wayne vede in Dent l'eroe di cui la città ha bisogno. Ma l'arrivo del criminale psicopatico il Joker (Heath Ledger) getta Gotham City nel panico, il suo intento è quello di svelare davvero chi siano gli eroi di Gotham, e un altro cattivo, Due Facce, salta fuori...

Trailer Batman Il Cavaliere Oscuro




Recensione


Il tema del doppio e del caos costituiscono il fil rouge de "Il Cavaliere Oscuro", secondo capitolo made in Nolan del supereroe Batman.

Dopo il filone Burtoniano, più ingenuo e di stampo fumettistico, Batman è passato in mano a Christopher Nolan, che torna a lavorare su uno script concepito col fratello Jonathan e che ha come soggetto il tema del doppio, come avevamo visto in "Memento" e "The Prestige".

heath+ledger+il+jokerAccantonati smemorati e prestigiatori, Nolan si riaggancia al suo Batman Begins, ma chiama sulla scena il Joker, antagonista per eccellenza di Batman e sua altra metà, senza il quale Batman non esisterebbe.

Al contrario di Batman, il Joker ha abbracciato completamente il suo lato oscuro, conscio che l'unico modo per non avere paura è incutere timore negli altri. Ed è proprio il Joker la star de "Il cavaliere Oscuro", un personaggio che era già stato portato sullo schermo da Jack Nicholson e col quale sarebbe stato per sempre confrontato chiunque avesse accettato il ruolo. Nonostante i rumours che attribuiscono una rosa di nomi per il personaggio del Joker, secondo Nolan Heath Ledger fu scelto praticamente subito perché era perfetto per mostrare un uomo senza paura.

Dopo sei settimane di studio Heath Ledger trasformò il Joker in un individuo davvero mostruoso, disgustoso e anche fastidioso a vedersi, con la pessima abitudine di fare rumori con la bocca.

Ispirato ai rocker punk, il personaggio del Joker è stato co-protagonista assieme a Due Facce della campagna virale che pubblicizzava Il cavaliere Oscuro, ed infatti, nonostante il protagonista sia Batman e il Joker figuri solo come non protagonista, è proprio lui che ruba la scena a Batman/Christian Bale ad ogni incursione.

Se deciderete di vedere Il Cavaliere Oscuro per la performance di Heath Ledger non ve ne pentirete, infatti il primo difetto è che, nonostante la ottime riprese e piani sequenza che rendono le scene d'azione ipercinetiche, Batman sembra più che altro in visita sul set, costretto ad osservare lo strabordare del Joker che prende possesso di Gotham City, mettendo a nudo il dente cariato degli eroi.

Sebbene in lingua originale la prestazione di Heath Ledger sia buona, nella versione italiana la scelta di affiancargli la voce di Adriano Giannini, figlio di Giancarlo Giannini già doppiatore del Joker di Nicholson, ha secondo me avuto un effetto positivo perché è riuscito a sottolineare in modo creativo la perversione del Joker. Buona anche la decisione di lasciare la risata originale di Ledger.

christian+bale+batmanPenalizzato nel doppiaggio italiano dalla pessima scelta di Claudio Santamaria, il personaggio di Batman/Bruce Wayne appare comunque in disparte anche nella sceneggiatura, addirittura stanco, e proprio perché sono presentati l'uno come il completamento dell'altro, i confronti tra Batman e il Joker a mio avviso avrebbero dovuto essere più intensi e in maggior numero in modo da evidenziare meglio l'influenza nefasta del Joker.

Ottima la interpretazione di Aaron Eckhart, che ben rende l'involuzione del suo personaggio con sguardi carichi d'odio ponendosi giustamente tra Joker e Batman, anche se penalizzato da un eccessivo uso di CGI.

Le due ore e mezza de Il Cavaliere Oscuro mi sono sembrate eccessive, ci sono diverse scene che potevano benissimo essere tagliate e che mantenute mi hanno suggerito, ohibò, qualche sbadiglio, mentre il personaggio di Rachel, che secondo la sceneggiatura tanto peso ha nella vicenda, è ridotto più che altro al ruolo di donna in pericolo, una caratteristica davvero troppo da fumetto.

Ed è proprio qui il problema principale de "Il Cavaliere Oscuro", una sceneggiatura non all'altezza delle aspettative e nemmeno dei precedenti film di Nolan.

Nolan ci ha abituato a sceneggiature sopraffine e piene di risvolti cervellotici, che però qui marcano visita.

La regia, il soggetto e la scelta intepretativa del Joker rivelano l'intenzione di strappare Batman dal mondo dei fumetti e renderlo più adulto, ma le promesse non vengono del tutto mantenute.

aaron+eckhart+Maggie+GyllenhaalNonostante l'impegno i personaggi appaiono ancora troppo stereotipati: chi è Harvey Dent? Quale è il suo passato? Possibile che basti una sola persona onesta per dare fiducia ad una intera città? Queste sono debolezze evidenti, a cui la sceneggiatura, confusa in alcune svolte, sembra mettere una pezza cercando solo nel finale un po' facilone di restituire lo spessore mancante ai personaggi.

Batman e il suo Cavaliere Oscuro sono e restano comunque un fumetto girato con ambizioni adulte ma non pienamente raggiunte.

Poco importa comunque dei difetti perché si è talmente colpiti dalla violenza espressa dal Joker e dalla spettacolarità delle sequenze d'azione che sembra non essere necessario altro per vedere il film.

"Il Cavaliere Oscuro" ci immerge nell'atmosfera crepuscolare che precede il miglioramento, quella notte scura spesso menzionata nel film, la cui pronuncia "Dark Night" in inglese bene si presta al gioco di parole con Dark Knight, il Cavaliere Oscuro, ma che in italiano non poteva essere mantenuto.

Ottima la colonna sonora curata da James Newton Howard e Hans Zimmer, che lascia molto spazio alle percussioni, anche se il volume del sonoro nelle sequenze d'azione si alza troppo rischiando di assomigliare ad un videoclip.

In conclusione, il film Il Cavaliere Oscuro è sicuramente uno dei migliori film del ciclo Batman, ma che avrebbe tratto vantaggio da una minore durata e un maggiore approfondimento del dualismo tra i personaggi per sottolineare il contrasto tra i due re, Batman e il Joker. Siamo lontani dai duellanti di The Prestige.

Piacerà molto agli appassionati di Nolan e di Batman e tecnicamente c'è poco da criticare, onestamente mi aspettavo di più dalla sceneggiatura, nella costruzione e nelle dinamiche dei personaggi, ma per stavolta ci si può accontentare, aspettando di vedere se nel sequel de Il Cavaliere Oscuro Nolan riuscirà a superarsi.

Per la serie: Un momento difficile per Batman

Voto personale: 7+/7.5



Curiosità


  • Il sindaco di Gotham City è impersonato da Nestor Carbonell, il Richard Alpert della serie tv Lost

  • Sembra che il film non abbia portato molta fortuna al cast: Heath Ledger morì dopo le riprese ed Il Cavaliere Oscuro lo ricorda nei titoli di coda , ma morì anche un tecnico degli effetti speciali. Pochi giorni dopo l'uscita negli USA, Christian Bale fu al centro di una notizia riguardo una accesa lite con madre e sorella avvenuta in hotel. Morgan Freeman ebbe un incidente d'auto

  • L'uscita del sequel de Il Cavaliere Oscuro è prevista per il 20 luglio 2012

  • Nolan scelse Aaron Eckhart per il ruolo di Harvey Dent dopo averlo visto recitare nel film Thank You for Smoking

  • Il ruolo di Rachel Dawes era stato interpretato in Batman Begins da Katie Holmes, che però preferì girare il film "Tre donne al verde"

  • Per calarsi nella psicologia del personaggio del Joker Heath Ledger si chiuse in un motel per sei settimane. La sua interpretazione riprende alcuni tratti del rocker punk Sid Vicious e del personaggio Alex De Large interpretato da Malcolm McDowell in "Arancia Meccanica"

  • Ne "Il Cavaliere Oscuro" sono state utilizzate per la primavolta telecamere IMAX, in sei sequenze d'azione

  • Il disegno del trucco del Joker è stato attribuito a Heath ledger. L'attore ha dovuto indossare anche tre protesi facciali al silicone

  • Il Cavaliere Oscuro superò i 158 milioni di dollari di incasso già nel primo weekend di programmazione

  • I due video del Joker che si vedono nel film furono diretti proprio da Heath Ledger.

  • Con il Joker Heath ledger ha ottenuto diversi premi cinematografici come miglior attore non protagonista, ovviamente postumi. Heath ledger è stato anche il primo attore a ottenere un Oscar per l'intepretazione in un film basato su un fumetto

  • Il trucco di Due Facce è stato ottenuto con la computer grafica

  • La sequenza iniziale della rapina in banca è molto simile ad una sequenza dal film "Heat" di Michael Mann


Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.

Nessun commento:

Articoli correlati

Related Posts with Thumbnails