domenica 6 settembre 2009

X MEN Conflitto Finale

Con "X-Men Conflitto Finale" si chiude la trilogia di film dai fumetti Marvel con nuovo regista e nuovi X Men.

X+Men+Conflitto+FinaleFilm: X-Men: Conflitto finale
Titolo originale: X-Men: The Last Stand
Nazionalità: USA
Anno: 2006
Durata: 104 minuti
Genere: Fantascienza; Azione; Fumettistico
Regia: Brett Ratner
Sceneggiatura: Zak Penn, Simon Kinberg
Fotografia: Dante Spinotti, Philippe Rousselot
Musiche: John Powell
Scenografia: Ed Verreaux
Cast: Patrick Stewart, Hugh Jackman, Ian McKellen, Halle Berry, Famke Janssen, Anna Paquin, Kelsey Grammer, James Marsden, Rebecca Romijn, Shawn Ashmore, Ellen Page, Ben Foster
Sequel di: X-Men 2

Guardalo in Dvd: Normale / Blu-Ray Disc

Trama


Mentre Cyclops (James Marsden) piange la morte di Jean (Famke Janssen) il governo avalla una terapia medica denominata "La cura" prodotto da una casa farmaceutica, che ha trovato il modo di rendere innocuo il gene mutante degli X-Men. E' la goccia che fa traboccare il vaso, esasperando l'ira di Magneto (Ian MxKellen) contro gli umani e un conflitto all'interno dei mutanti, perché c'è chi vorrebbe avere una vita normale. Nel frattempo un altro conflitto inizia nella mente di Jean, ritrovata ancora viva. La ragazza è infatti vittima del suo lato oscuro tenuto a bada per anni, che ora vuole prendere il controllo dei suoi immensi poteri destando non poca preoccupazione in Xavier (Patrick Stewart) e Wolverine (Hugh Jackman)...

Trailer X Men 3





Recensione


Dopo i primi due capitoli, la saga degli X-Men passa in mano a Brett Ratner, già regista dei due "Rush Hour" per un conflitto finale con iper-azione ed effetti speciali su fotografia da fumetto, a copertura di una certa mancanza di idee.

E' proprio la sceneggiatura il difetto principale di "X-Men: Conflitto Finale", una storia senza né capo né coda che si presta come mezzo per proporre una esperta regia adrenalinica che riesce a produrre efficaci scene di guerriglia urbana, ma purtroppo con personaggi che sembrano andare più allo sbando.

Nonostante il dispendio di mezzi, purtroppo "X-Men 3" spreca incredibilmente un soggetto interessante come l'apoteosi del conflitto tra umani e x-men, preparato da ben due film, mettendo in scena una storia confusa dove ciò che si ricorda è da una parte la mannaia che si abbatte falcidiando i personaggi, che più che sacrificati appaiono eliminati per sfoltire il cast, dall'altra l'introduzione di nuovi personaggi mancanti ma malgestiti e più che altro trattati come ospiti sul set.

Hugh+Jackman+Halle+BerryLa saga è stanca e desiderosa di mettere un punto, ciurlando nel manico più volte e suggerendo soluzioni pretestuose per reintrodurre o mettere da parte attori protagonisti.

Wolverine costretto a imitare sé stesso, Jean che si atteggia a metà tra l'esorcista e le streghe di Eastwick, il belloccio Eric Dane chiamato più per motivi estetici che funzionali, Cyclops liquidato in due parole, Ian McKellen che sembra sempre più un vecchio che passeggia travestito da supereroe, insomma la banda gira a vanvera cercando alla meglio di portare a casa il finale, accompagnati da suono ad alto volume, colonna sonora con ottimi spunti melodici ma che rasenta il ridicolo per le eccessiva enfasi in diverse scene.

Un vero peccato che la saga sembri risentire così tanto della stanchezza.
"X-Men: Conflitto Finale" può deludere o appassionare secondo come si concepisce la trasposizione cinematografica del fumetto, ma escludendo gli effetti speciali, è davvero poca cosa rispetto ai primi due capitoli, non eccelsi ma che avevano almeno un filo logico e uno sviluppo coerente.

Per la serie: Riflettere meglio prima di girare un film

Voto personale: 5.0



Curiosità


  • X men 3 ha vinto un Saturn Award 2007 per Famke Janssen come miglior attrice non protagonista e un Hollywood Film Award per miglior trucco
  • In USA fu vietato ai minori di 13 anni per scene violenti, linguaggio e alcuni contenuti sessuali
  • Come negli altri Marvel film, Stan Lee fa un cameo: è l'uomo con il tubo dell'acqua in mano nella sequenza iniziale
  • Il film è stato girato tra Canada (Vancouver, Victoria) e California (San Francisco, Santa Clarita, Golden Bridge di San Francisco)
  • Il castello della scuola di Xavier è l'Hatley Castle in Canada, utilizzato anche nelle serie Tv "Smallville" e "Poltergeist: The Legacy"
  • Era previsto un piccolo ruolo per Nightcrawler ma l'attore Alan Cumming ha rifiutato la partecipazione perché troppo piccolo.
  • Con 210 milioni di dollar spesi, "X-Men 3" è il più costoso della trilogia,
  • Nonostante gli oltre 459 milioni di dollari incassati, nessun "X-Men 4" in arrivo, i produttori hanno preferito girare il prequel "X-Men le origini: Wolverine", uscito nel 2009
  • Brett Ratner è stato produttore della serie "Prison break" e ha diretto anche "The Family Man"(2000) e "After the Sunset" (2004)
  • Nell'antefatto ambientato 20 anni prima, la faccia di Patrick Stewart è stata ringiovanita digitalmente sulla base di sue foto della prima stagione di "Star Trek: The Next Generation"
  • Inizialmente Halle Berry non voleva riprendere il ruolo di Tempesta perché poco sviluppato nei precedenti film, perciò qui viene espanso
  • Anche questo film avrebbe dovuto esser diretto da Bryan Singer, che voleva come villain Emma Frost, ruolo pensato per Sigourney Weaver.
  • Anche il volto di Ian McKellen è stato ringiovanito digitalmente nella sequenza iniziale

  • Tra gli attori presi in considerazione per il ruolo di Angelo anche Nick Stahl, il John Connor di "Terminator 3"

  • Bryan Singer, aveva diretto "X-Men" e "X-Men 2" ma non potè girare il terzo film per problemi nell'accordo con la Fox. Accettò quindi la direzione di "Superman Returns" (2006)


Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.

Nessun commento:

Articoli correlati

Related Posts with Thumbnails