martedì 11 agosto 2009

METEOR Distruzione Finale

Dal regista di "Cube 2" e "Cube Zero" una catastrofe da meteora per il pubblico televisivo.

Meteor+distruzione+Finale+dvdMiniserie tv: Meteor: Distruzione Finale
Titolo originale: Meteor (Path to destruction)
Nazionalità: USA
Anno: 2009
Numero episodi: 2
Durata episodio: 120 minuti ca
Genere: Drammatico; Azione; Fantascienza; Catastrofico
Regia: Ernie Barbarash
Sceneggiatura: Alex Greenfield
Fotografia: Maximo Munzi
Musiche: Jonathan Snipes
Scenografia: Linda Louise Sheets
Cast: Bill Campbell, Marla Sokoloff, Christopher Lloyd, Michael Rooker, Stacy Keach, Jason Alexander, Ernie Hudson, Mimi Michaels, Carmen Argenziano, Erin Cottrell, Kenneth Mitchell

Trama


Baja Peninsula, Messico. L'astrofisico Dr. Lehman (Christopher Lloyd) scopre che una cometa ha colpito l'asteroide Kassandra 114 modificandone la traiettoria e dirigendolo in rotta di collisione con la Terra, ma l'impatto causerebbe l'estinzione della vita sul pianeta. Non creduto subito dal Dr. Chetwyn (Jason Alexander) consulente al Jet Propulsory Laboratory che lo ha sempre definito pazzo, cerca con la sua assistente Imogene (Marla Sokoloff) di raggiungere il JPL in auto. Ma il tempo è pochissimo, Kassandra viaggia velocemente e iniziano già a cadere le prime meteore uccidendo migliaia di persone e interrompendo le comunicazioni. Mentre in California i militari del JPL si preparano a lanciare missili nucleari contro l'asteroide, Imogene si ritrova sola nel deserto, unica depositaria delle informazioni sulla esatta traiettoria calcolata da Lehman ma ignota ai militari e sola speranza per salvare la Terra. Nel frattempo iniziano i primi disordini e il malvivente Calvin (Michael Rooker) vuole distruggere la famiglia del poliziotto Jack (Bill Campbell)....

Trailer Meteor: Distruzione Finale. Spot NBC



Recensione


Dai produttori di "Contatto finale" arriva "Meteor: Distruzione Finale" catastrofica miniserie sulla minaccia planetaria ad opera di un pianetino impazzito, trasmessa dalla NBC e diretta da Ernie Barbarash, regista di "Cube 2" e "Cube Zero".

La buona fotografia e una colonna sonora con tamburi e cori da punizione divina accompagnano questo prodotto tv che si ispira ai maggiori film del filone, da "Deep Impact" (1998 con Tèa Leoni) all'omonimo "Meteor" del 1979 con Sean Connery e Martin Landau.

Diversi infatti sono i richiami, dalla scoperta del secolo dell'astrofisico che non riesce a comunicarla, alla cessione del posto di una giovane sul veicolo militare ad una signora con figli, alla meteora che cade proprio in testa ai militari che devono collaborare coi Russi, c'è pure la signora che attende serenamente la morte e gli astronauti sulla stazione spaziale.

L'impianto è a diverse linee narrative, tutte ambientate nel deserto da film western con uno sceriffo attempato e un prode figlio cowboy risolvitutto che ricorda molto il post nucleare della serie tv "Jericho", da cui "Meteor: Distruzione finale" eredita anche l'attore Kenneth Mitchell.

scenaI personaggi stilizzati spaziano dal solito scienziato genio incompreso all'assistente fragilina ma carina e con un portatile che ha un'autonomia da far paura, alla signora arrapata che cerca di sedurre il criminale di turno, il quale ha atteso proprio la fine del mondo per vendicarsi di un torto e c'è pure la famigliola felice divisa dal crollo di un palazzo con disperazione di papà.

Tra commercianti sciacalli, gente gretta e impaurita, uccisioni sparse e meteoriti che distruggono intere città, la storia fila dritta fino al primo colpo di scena che riapre la partita a favore del meteorone dal profetico nome, Cassandra.

Si dice che le comete siano funeste, guardando "Meteor: Distruzione Finale" si è pronti a crederlo: aleggia una sfortuna tremenda, soprattutto su Imogene, novella Pasqualina Passaguai, che semina una scia di cadaveri per la jella che porta, lasciando per buona parte del tempo il consulente del JPL a mordicchiare una matitina con l'espressione di chi è stato colto impreparato dal professore.

Il militare, Ernie Hudson dalla faccia familiare per tutti passaggi tra tv e cinema, è quello che sembra più divertito di tutti soprattutto quando maneggia il telefono rosso per parlare col Presidente, si vede che il suo cachet era buono.

animazioneAriose le riprese dal cielo e l'animazione del meteorone che si avvicina beffardo a distruggere quei terrestri che sembrano proprio meritarselo, unico aspetto davvero realistico della storia, perché, per quanto ci sia in ballo la fine del mondo con davanti una scienziata che predica di poterli salvare, continuano a occuparsi dei propri affari alzando il naso di tanto in tanto per controllare se fanno in tempo.

Effetti speciali pochi e scene di distruzione dignitose anche se più dette che mostrate, il budget televisivo consente una fine del mondo dall'aspetto più locale che mondiale, ma il cielo sempre terso consola e il finale è degno di "Star Trek".

Lasciando perdere la figura Eastwoodiana dello sceriffo, la miniserie poteva comunque trarre vantaggio da una durata dimezzata e dall'eliminazione della famigliola bloccata in ospedale.

Nonostante le migliaia di morti, "Meteor: Distruzione Finale" ha l'originalità di una serata in pizzeria e presenta pecche scientifiche grosse come una casa - una per tutte la schizofrenica velocità dell'asteroide che impiega poche ore per percorrere 650 mila chilometri e tutta la notte per attraversare l'atmosfera terrestre - ma dà l'opportunità di rivedere vecchie glorie come l'ex Emmett Brown - Christopher Lloyd (Ritorno al Futuro) su un'auto (non DeLorean purtroppo) e un sempre tosto Stacy Keach.

Per la serie: Come è bello andar per il deserto.

Voto personale: 5.5


Curiosità:
  • Bill Campbell è nel cast di "Ghost Town" nel ruolo di Richard, uscito in Italia nel 2009
  • Stacy Keach partecipò al "Gesù" di Zeffirelli nel ruolo di Barabba. Di recente è apparso anche in "W." di Oliver Stone
  • Carmen Argenziano, il poliziotto che ferma Imogene al confine col Messico ha recitato anche in "Angeli e demoni"di Ron Howard
  • Mimi Michaels, la figlia del poliziotto, era nel cast di "Boogeyman 3"
  • Ernie Hudson, già presente nei due "Ghostbusters" è stato arruolato anche nel cast di "Ghostbusters III", annunciato per il 2011
  • La miniserie è stata girata tra le città di Taft e Los Angeles, in California
  • L'asteroide 114 Kassandra esiste davvero, scoperto nel 1871 è situato nella fascia di asteroidi tra Marte e Giove


Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!

Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.

2 commenti:

Anonimo ha detto...

lo visto ieri ed era stupendo lo visto dall'inizio alla fine faceva troppo ridere! non ho mai visto tante castronerie ed errori in un unico film! L'assistente dello scienziato e una portasfiga da paura ogni persona che incontrava moriva (toccante la scena in cui il poliziotto nella macchina prima di morire gli dice "spero che mia nipotina diventi come te"), il bambino della famigliola felice che ogni volta che guardava il cielo attirava un meteorite (la bellezza di 4 volte; vicino alla sua casa, sul pulmino della scuola, vicino all'ospedale e quello finale), poi bellissimi gli altri personaggi il padre che ci mette dei giorni ad arrivare fino all'ospedale dove lavora sua moglie, lo scienziato che viene messo sotto da una macchina durante i primi 3 minuti del film (oltretutto in america quando c'è un pedone hanno l'abitudine di accelerare contro il povero malcapitato e poi andarsene tranquilli!)
1 vigile del fuoco (solo 1 gli altrinon potevano permetterseli), la vecchiettina nella casa (bella la frase "non ti posso dare la macchina perchè lo data in beneficenza ma al posto ti posso dare un fucile"), il cattivo di turno che dopo che il poliziotto alla "action man" e la figlioletta lo prendono hanno la bella pensata di caricarselo dietro sui sedili della macchina svenuto senza legarlo, con una mira da far paura quando spara a personaggi di serie B (becca alla giugulare un soldato con una semplice pistola) mentre se deve sparare al poliziotto di colpo la mira infallibile sparisce e molti altri personaggi.
altre castronerie direi che sono il fatto che i militari riescano a colpire i meteoriti con i lanciarazzi e naturalmente a farli esplodere in aria senza che tocchino il suolo (come la recensione sopra nel posto giusto al momento giusto), il camion infuocato che invece di frenare e scappare l'autista a la bella pensata di accelerare contro l'auto della polizia), i meteoriti il cui unico bersaglio era l'america, ecc...
in più in tv è stato tagliato in una maniera assurda (durava comunque 3 ore!) quindi a volte non si capiva nemmeno cosa fosse successo.
lo consiglio a chi si vuole fare 4 risate!

Recenso ha detto...

Ciao! Grazie per la tua esilarante recensione su Meteor Distruzione Finale, mi ha fatto ridere anche il giochino coi Russi, la frase "quella ragazza è un genio" detta senza motivo. Purtroppo tra le scene tagliate anche alcune delle scene più spettacolari, almeno quelle le potevano lasciare a tagliavano il resto. Ma che batterie aveva il portatile della ragazza? Lo voglio anch'io!

Articoli correlati

Related Posts with Thumbnails