domenica 3 maggio 2009

Il Nuovo Star Trek di JJ Abrams: Lo Humoracconto

Come sarà il nuovo film "Star Trek" di JJ Abrams? Il creatore di "Lost" afferma di essersi ispirato a Star Wars per ravvivare il franchise. Ecco la sceneggiatura del film, con immenso affetto da fan, come l'ho immaginato dopo aver visto il trailer...

UN IRRIDUCIBILE SCAVEZZACOLLO

KirkNell'era della Federazione Unita dei Pianeti, l'allievo James Tiberius Kirk, offeso di non poter fare anche lui la differenza nella galassia, passa il tempo sulla Terra a tentare di sfracellarsi nei burroni con la sua mitica quattro ruote.

Salvatosi per miracolo finisce in una discarica abusiva (ebbene sì! questi problemi esisteranno anche nel 23° secolo).
Deciso a diventare rigattiere scava tra i rifuti traendone un tricorder malfunzionante e un comunicatore asociale. Decide così di aggiustarli.

LA MANO DEL DESTINO

Un giorno, smanettando col tricorder, gli appare l'ologramma di una sensuale fanciulla dai capelli neri che invoca l'aiuto del Capitano Pike contro le orde del perfido Nero e, stordito dalla sua avvenenza, Kirk decide di imbucarsi sulla nuova astronave Enterprise per partire alla sua ricerca.

Qui, dopo una simpatica scazzottata con gli aspiranti sottufficiali Scotty, Chekov, McCoy e Sulu, e un tentativo d'approccio con la splendida addetta alla comunicazioni, Uhura, si Spock_kirk
ritrova faccia a faccia con un Vulcaniano parecchio intrattabile e pedante, certo Spock, che trova "illogiche" le troppo tonde orecchie di Kirk. Ma alla risposta "Guardati le tue!" riceve una bombardata di prese vulcaniane, fortunatamente mal riuscite a causa del lato umano di Spock.

Stanco delle continue liti di Chris Pine con lo sceneggiatore ("Il caffé me fa schifo!" "Sì ma Kirk questo tracanna e ce devi sta' sennò i fans te menano di brutto!") Kirk riceve uno schiaffone sulla manina appena allungata nel vassoietto del tizio accanto, che con immane sorpresa scopre essere proprio il capitano Pike tanto cercato per ben otto sistemi stellari.

Due fanali truci lo fissano nelle palle degli occhi per mezz'ora, al termine della quale Pike decide di profferire parola. Purtroppo egli s'è azzoppato nell'ultimo teletrasporto rappezzato di Scotty e quindi è impossibilitato a salvare la galassia, ma l'arruolamento è immediato: Kirk sarà il suo pupillo, si allenerà rovinando sui pianeti con intere astronavi, seducendo belle figliole, sacrificando gli uomini della sicurezza a più non posso e violando direttive a destra e a manca come solo gli Umani sanno fare. Soltanto così potra fare quella benedetta "differenza".

UN VECCHIO AMICO

Old_Spock Nel frattempo un oscuro vulcaniano in tunica lunga e saluto tipico compare sulla plancia della nave: è il vecchio Spock tornato dal futuro! Stufatosi di aspettare altre decadi ("E 'sto tormentone della lunga vita vulcaniana ha fatto il tempo suo") si è fuso mentalmente con l'Enterprise per dare una mossa a Kirk: Nero , romulano calvo, lo sta cercando per riempirlo di botte perché nel futuro Kirk lo ubriacherà con una partita di birra romulana inquinata con brandy sauriano causandogli una calvizie perenne, e voi sapete come ci tengono i Romulani all'acconciatura. Se Nero riuscirà nel suo intento la linea temporale galattica sarà irrimediabilmente alterata e tutto il futuro verrà cancellato.

Qualcosa non quadra a Kirk: tira fuori il suo tricorder e proietta il famoso messaggio di aiuto della bella fanciulla. "Ma questo sei tu!" sobbalza Kirk indignato "Riconosco le orecchie!".
Il vecchio Spock, dopo una veloce meditazione, reprime la tentazione di suonargliele di santa ragione e spiega che nel futuro i pantaloni verranno etichettati dai vulcaniani come "capo d'abbigliamento illogico", optando per la più funzionale tunica. "Chiusa parentesi, che dici Kirk? Te la dai una mossa?"

VENDETTA ROMULANA

Enterprise Ma è troppo tardi. Calcioni galattici colpiscono in pieno l'Enterprise, sullo schermo della plancia appare Nero dal ponte di comando del suo falco che ghigna felice per la gragnuola di botte che sta per dare sulla testa dell'imberbe Kirk, nascostosi sotto la postazione di Uhura.

Totalmente esaurito, il vecchio Spock chiama da parte il capitano Pike, che rifiuta di firmare il contratto per diventare il più grande capitano della Flotta Stellare. "Kirk non dà garanzie, è troppo illogico e codardo, il futuro ha bisogno di te" sollecita il vecchio Spock. "Non me ne può frega' de meno" ammette Pike "la Paramount mi ha ingaggiato per un solo episodio ed è andato pure male (Lo zoo di Talos), che si arrangino con 'sto ragazzetto ora."

Tutto è perduto? No! Il vecchio Spock, dopo essersi consultato col giovane sé stesso operando l'ennesima fusione vulcaniana, propone la sua personale soluzione del test della Kobayashi Maru: si teletrasporterà sull'astronave di Nero sabotando il motore e, facendolo esplodere, distribuirà gli amati resti di Nero nello spazio. "Lunga vita e prosperità" esclama Spock per la quindicesima volta e tutto sembra oramai deciso.

UN ATTO EROICO

Ma ecco il miracolo. Kirk ritrova le pall...cioè il coraggio e con un bel calcione della coscialunga Uhura si offre volontario per la pericolosa missione.

Tra applausi, saluti vulcaniani e raccomandazioni del tipo "Usa la forza, Kirk" il teletrasporto ha inizio.
Nero si staglia davanti a lui con una mazza (laser) da baseball in mano e ...colpisce! Kirk rimbalza sulla plancia e con una capriolona si getta nel turboascensore giungendo in sala motori.

NeroMa Nero è sempre là ad attenderlo con la sua mazza (sempre laser) da baseball, più efficiente di Terminator e più incazzato di Wolverine. E il secondo colpo porta Kirk con la mascella fracassata proprio in prima base... cioè vicino al motore. Nero avanza ma stavolta Kirk s'è scocciato di fare la palla, punta i piedi sulla parete accanto e atterra proprio in faccia a Nero, spingendolo dritto nella singolarità quantica che alimenta il motore romulano.

Con una grande fiammata Nero è sistemato ma il motore è sovraccarico e l'astronave sta per esplodere. "Scotty! Energia!!" urla Kirk nel comunicatore. Una voce risponde "Il teletrasporto è leggermente in avaria, Scotty ci sta lavorando. La metto in attesa" "Come sarebbe 'in attesa'? Qua sta per saltare tutto, dica a Scotty di fare il miracolo o..."

scottBoom!!! L'astronave romulana esplode in mille pezzi inquinando lo spazio coi suoi detriti. E Kirk? Come al solito Scotty ha esagerato con le stime delle riparazioni avviando il teletrasporto giusto in tempo. "Sì ma l'esplosione ha deviato il raggio e non so dove sia finito" confessa l'ingegnere in una intervista ai media.

Sei ore dopo un messaggio subspaziale viene ricevuto da Uhura: Kirk è atterrato sano e salvo su Riza, il pianeta del divertimento e sta affascinando tutte le ragazze col suo racconto. "La Prima Direttiva!" grida il giovane Spock rosso d'ira. "Tranquillo" rassicura il vecchio Spock " ti ci farai il callo".

"Ma te come hai fatto a sopportarlo tutti questi anni?" domanda il giovane "Alla fine ho capito che essergli amico...era la cosa più logica che potessi fare" risponde il vecchio, che però aggiunge sottovoce posandogli una mano sulla spalla "Ma onestamente io mi riferisco all'altro Kirk. Con questo scavezzacollo dall'argento vivo addosso sarai tu a dover trovare un compromesso....Ricorda: Lunga Vita e Prosperità, sempre e comunque..." e di nascosto una scatola di tranquillanti si infila nella tasca del giovane Spock....

IL COLPO DI SCENA

Capitano+PikeIl capitano Pike chiude la porta e inizia il suo discorso "Kirk, Uhura, ora che è tutto risolto ho da farvi una confessione. Molti anni fa, appena diplomato all'Accademia, mi trovavo in Iowa per una licenza e incontrai una giovane ragazza aspirante segretaria della Flotta Spaziale. Ci innamorammo perdutamente e lei restò incinta, ma io stavo per intraprendere la mia prima missione quinquennale e non potevo rinunciare. Non ne ho più saputo nulla e quando tornai sulla Terra lei si era sposata e trasferita altrove, ma in questi giorni ho ritrovato il mio figlio perduto. Kirk, sto parlando di te. Ti ho riconosciuto subito, hai l'irruenza dei Pike e soprattutto la nostra tipica insofferenza verso le orecchie a punta. Uhura, non so come dirlo: tu sei sua sorella"

chris+pine"Papà?" domanda Kirk incredulo. "Sì figliuolo" risponde Pike. Kirk tira fuori la mazza (stavolta vera) da baseball e...colpisce Pike tra i gridolini entusiasti di Uhura. "Ora abbiamo anche la stessa mascella...papà!"

JJ Abrams appoggia gli occhiali sul copione e si stropiccia gli occhi sbadigliando un "Vabbe' però adesso non stiamo ad esagerare con questo Star Wars, eh..."


Beh, è chiaro che è solo per ridere. In attesa dell'uscita dell'undicesimo film della saga di Star Trek, con la vera sceneggiatura, eccovi questa clip a ricordo di cosa ci ha dato lo Star Trek Pre-Abrams.



Leggi la recensione di Star Trek di Abrams

Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!

Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.

4 commenti:

Milo88 ha detto...

Mi sono scompisciato dalle risate!!! Bello anche il video!!

Recenso ha detto...

@Milo88
Devo dire che anche io ho fatto delle belle risate mentre scrivevo... A mio fratello è piaciuta soprattutto la fine di Nero...
Il video l'ho scelto tra centinaia ma credo che onori bene questa saga a cui, si è capito, sono affezionata:-)
Grazie a te e alla prox :-)

annarita ha detto...

Non ho mai amato Star Trek, ma mio marito è un fan per cui dovrei andare a vedere il film. ieri ho visto il trailer al cinema, sembra davvero spettacolare e j.j. abrams è un maestro, la sua serie alias mi è piaciuta molto, invece mission impossible 3 mi ha delusa. staremo a vedere!

Recenso ha detto...

Ciao Annarita. Alias non l'ho visto ma "Lost" mi ha appassionata, Fringe invece ...lasciamo perdere.
Io spero che questo film dia a Star Trek il successo che merita facendolo uscire dalla cerchia dei soli fan d'annata. Se JJ avrà fatto un buon lavoro gli farò una recensione coi fiocchi :-)

Articoli correlati

Related Posts with Thumbnails