giovedì 1 aprile 2010

2012 - FILM: Trama, Recensione, Trailer, Curiosità

La fine del mondo nel 2012 immaginata da quel buontempone di Roland Emmerich, regista specializzato in film catastrofici e fracassoni.

2012+filmFilm: 2012 - Ci avevano avvertito
Titolo originale: 2012
Nazionalità: USA
Anno: 2009
Durata: 157 minuti
Genere: Fantascienza, catastrofico
Regia: Roland Emmerich
Sceneggiatura: Roland Emmerich, Harald Kloser
Fotografia: Dean Semler
Musiche: Harald Kloser
Scenografia: Barry Chusid
Cast: John Cusack, Amanda Peet, Chiwetel Ejiofor, Thandie Newton, Thomas McCarthy, Liam James, Morgan Lily, Danny Glover, Oliver Platt, Zlatko Burić, Johann Urb, Beatrice Rosen, Jimi Mistry, Woody Harrelson, George Segal, John Billingsley

Compra "2012" su Bol.it: DVD(19,99€) /Blu-Ray Disc(24,90€)
Acquista il libro con la teoria su cui si basa il film: : 2012. Lo scorrimento della crosta terrestre (29€)


Trama


2009: Lo scienziato Adrian Helmsley (Chiwetel Ejiofor) viene informato dal suo collega indiano Satnam Tsurutani (Jimi Mistry) di un anomalo fenomeno solare che causa una forte emissione di neutrini. Ma essi, anziché attraversare la materia, hanno subito una trasformazione atomica che causerà in breve tempo il surriscaldamento del nucleo terrestre. La fine del mondo preannunciata dai Maya è vicina. Informa così il Presidente degli Stati Uniti (Danny Glover) tramite il capo dello staff Carl Anheuser (Oliver Platt) e a loro volta i governi delle altre nazioni.
2012: Strani terremoti iniziano a colpire diverse città del mondo. Lo sconosciuto scrittore Jackson Curtis (John Cusack), divorziato, viene casualmente in contatto con uno strambo personaggio, Charlie Frost (Woody Harrelson), affascinato dai complotti politici, che predice l'estinzione del genere umano: nonostante le rassicurazioni del governo, secondo Charlie la crosta terrestre starebbe per liquefarsi sotto ai loro piedi e i governanti delle varie nazioni avrebbero predisposto delle navi per salvare solo alcuni umani dall'estinzione mentre gli altri periranno nel disastro.
Jackson dapprima non gli crede, ma quando collega tutti i pezzi corre a salvare moglie (Amanda Peet) e figli. Mentre inizia la fine del mondo parte alla ricerca delle navi...

Trailer 2012




Recensione


2012: La fine del mondo predetta dai Maya vista da Roland Emmerich. Dopo "Independence Day" e "The day after tomorrow", il regista non voleva girare più film catastrofici e si era messo il cuore in pace.
Ma con la catastrofe delle catastrofi attesa da millenni non ha resistito alla tentazione e ha deciso di mettere mano al film 2012 distruggendo praticamente tutto quello che gli capitava, perché voleva farlo lui e non vederlo fare a qualcun altro.

Dalla Casa Bianca al Vaticano, tranciamento della Torre Eiffel incluso, 2012 è un film che spettacolarizza all'estremo la catastrofe trasformando l'intero pianeta in un luna park del disastro, per la goduria degli appasssionati del genere, colorando con effetti speciali inquadrature e sequenze "live" da fine del mondo con un impatto realistico e stordente, decolli aerei al limite del cardiopalmo molto ben reso dalle esagerate espressioni dei poveri attori protagonisti che sembra vedano davvero ciò che ci viene proposto.

scena+2012Presenti all'appello ed esasperati all'inverosimile i tratti caratteristici della filmografia del regista: eroismo della gente comune, distruzione alternata a tanta ironia, con battute che anticipano l'effetto "Sento che qualcosa sta per separarci". Dall'altra parte l'inadeguatezza del governo, che privilegia i potenti e i ricchi sovvertendo la selezione naturale e optando, come al solito, per il silenzio mediatico. Quanto siamo lontani dalla democrazia di "Deep Impact".

Tantissime le citazioni cinematografiche, si va da "L'avventura del Poseidon" (1972), allo stesso "The Day After Tomorrow - L'alba del giorno dopo", a "Dante's Peak" non risparmiando una puntatina al cinema del dopoguerra italiano nella sequenza quasi appositamente artefatta nel Vaticano con comparse e inquadrature d'altri tempi, ma anche riferimenti alla realtà, la distruzione delle Twin Towers e l'incidente mortale di Lady Diana nel tunnel parigino.

Con uno sberleffo al governatore della Califonia Arnold Schwarzenegger una vista dantesca porta le anime dritte all'inferno non lesinando una certa suggestione. Ed è proprio lo spettacolo il pezzo forte, l'unico, del film, con riprese strabilianti e non privo di una graziosa atmosfera da catastrofe che incombe.

Assolutamente indecente la parte introspettiva del film, ma tanto c'è da distruggere che a chi interessa cosa pensano i protagonisti? La gente vuole il disastro e disastro sia, anche la colonna sonora di Harald Kloser è adeguatamente enfatica.

john+cusackIl povero John Cusack, appesantito dall'età, guida di tutto, corre, salta, urla e nuota, attraversando l'Olimpiade della catastrofe col cuore affaticato e un po' di ciccia sull'addome, dando dopotutto una prestazione onorevole considerando la parte che gli è toccata.

La faccia di Danny Glover invece incarna il Presidente degli Stati Uniti più brav'uomo che ci sia ma senza Mel Gibson (Arma Letale) cosa potrà mai succedergli?

Per finire abbiamo anche una versione moderna di Plinio il vecchio, interpretato da uno stralunato Woody Harrelson che, diciamo la verità, interpreta il pazzo strafatto di complotti in modo anche simpatico regalandoci un video stile "Jurassic Park".

Assieme ad Harrelson, solo un altro personaggio abbastanza ben riuscito, il razionalissimo, fin troppo, capo dello staff, di origine scontatamente tedesca come Emmerich, perfettamente aderente al cliché del rigido e inflessibile burocrate che farebbe di tutto per salvare l'Umanità dall'estinzione, sfoggiando una logica in alcuni punti comprensibilissima e machiavellica. Gli presta sembianze un Oliver Platt a suo agio.

scena+2012Gli fa da contraltare Chiwetel Ejiofor invasato da un solo libro che ha letto, il cui autore guarda caso spunta ovunque come il prezzemolo. Praticamente uno scienziato uscito da "Star Trek", i cui dvd non si sa se abbia portato con sé assieme alla "Gioconda", che fa degna coppia con John Billingsley, ex Trek della serie tv "Enterprise", oramai scelto solo per ruoli da debole. Da lanciare entrambi immediatamente nello spazio.

La fine del mondo, semmai avverrà, sarà impietosa, come dimostra un George Segal invecchiato, ma nulla vieta di riderci sopra pensando che è solo finzione.

2012 è un film spettacolarmente soddisfacente ma povero umanamente.

Sicuramente se Emmerich avesse voluto girare un film serio avrebbe avuto molto materiale per questa riedizione dell'Arca di Noè, però ha preferito lanciare questo messaggio: quando arriverà la fine del mondo non guarderà in faccia a nessuno, ma i Maya sono stati male interpretati, perciò il temuto 2012 si sgonfierà come un soufflé, laverà via il superfluo mentre il mondo ritornerà alle sue origini (l'Africa), lasciando deluso chi sperava nel dramma. Se davvero arrivasse la fine del mondo saremmo forse più altruisti e preparati di loro? Ridiamoci su.

Se volete vedere una fine del mondo ironica, "2012" vi soddisferà, se non apprezzate i blockbuster spettacolari potete consolarvi pensando che 2012 è l'ultimo film catastrofico di Emmerich.

Per la serie: W l'onestà.

Voto personale: 7+


(Leggi il significato del voto sulla Legenda a lato)

Curiosità


  • Premiato con due Satellite Award, miglior suono ed effetti visivi

  • La teoria dello scorrimento della crosta terrestre è stata avanzata dallo studioso Charles H. Hapgood in base allo studio dello spostamento dei poli magnetici negli ultimi milioni di anni

  • I Maya non hanno mai predetto la fine del mondo. Usavano un metro di misura del tempo bastato su osservazioni astronomiche, considerando un ciclo temporale di 25.800 anni che intercorrono per il ripetersi di una particolare configurazione astronomica. Il computo Maya prevede solo che i 25.800 anni si completeranno il 21 dicembre del 2012, un'era terminerà e inizierà una nuova era per la Terra

  • Emmerich sta lavorando ad una miniserie tv, sequel di 2012 , che si chiamerà "2013". Racconterà le peripezie dei sopravvissuti al 2012

  • Emmerich ha dichiarato che il primo ministro italiano del film non è riferito a Berlusconi

  • 2012 ha incassato oltre 700 milioni di dollari


Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!

Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.

Nessun commento:

Articoli correlati

Related Posts with Thumbnails