martedì 28 luglio 2009

IL PRESIDENTE - Una Storia d'Amore

Può il Presidente degli Stati Uniti vivere con normalità una storia d'amore senza scandalizzare l'America? Michael Douglas e Annette Bening danno la risposta nei dialoghi di Aaron Sorkin

Il+Presidente+Una+storia+d+amore+locandinaFilm: Il presidente - Una storia d'amore
Titolo originale: The American President
Nazionalità: USA
Anno: 1995
Durata: 114 minuti
Genere: Commedia; Drammatico; Romantico
Regia: Rob Reiner
Sceneggiatura: Aaron Sorkin
Fotografia: John Seale
Musiche: Marc Shaiman
Scenografia: Lilly Kilvert
Cast: Michael Douglas, Annette Bening, Martin Sheen, Michael J. Fox, Anna Deavere Smith, Samantha Mathis, Shawna Waldron, David Paymer

Trama


Andrew Sheperd (Michael Douglas) è presidente degli Stati Uniti, vedovo con figlia adolescente. Durante la corsa per la rielezione incontra la lobbista Sidney (Annette Bening) e tra figuracce di lei nasce l'amore. Ma la relazione scuote l'opinione pubblica danneggiando l'immagine politica del presidente che inizia a perdere consensi...

Trailer



Recensione


Se c'è una cosa che gli americani sanno fare bene sono i film che ne celebrano gli ideali e i personaggi istituzionali, rappresentandoli come umanamente vincenti grazie ad un accorato discorso in nome della libertà e dell'amore. E' questo il caso del film "Il presidente - Una storia d'amore" una pellicola che si ispira fin dai titoli di testa ai film di Frank Capra e presenta un cast da non perdere: Michael Douglas e Annette Bening le cui interazioni e gli sguardi ammirati ricorderanno ai cinefili quelli tra Spencer Tracy e Katherine Hepburn, qui coadiuvati da Martin Sheen, Michael J. Fox e Richard Dreyfuss.

Sceneggiato con mestiere da Aaron Sorkin, che qualche anno più tardi firmerà anche la serie tv di successo "The West Wing" con Martin Sheen come Presidente, la storia è ambientata tra le mura della Casa Bianca, allora abitata da Bill Clinton di cui il film fu considerato uno spot, e vede il Presidente americano alle prese con una normale storia d'amore ma che nell'ufficio Ovale diventa motivo di turbamento della opinione pubblica, solitamente molto bacchettona.

Michael+Douglas+Annette+BeningIl titolo italiano non potrà quindi dare adito a delusioni perché esprime il contenuto del film, una storia leggera anche sdolcinata dove vincono i buoni sentimenti tanto amati da Frank Capra, regista del bel "Mr Smith va a Washington" (1939 con James Stewart) il cui discorso viene ripreso nelle parole di Michael Douglas, nella versione italiana doppiato benissimo da Giancarlo Giannini, già sua voce in "Wall Street".

Oltre al rinomato cast che regala interpretazioni affiatate, punto di forza de "Il Presidente - Una Storia d'Amore" sono proprio i dialoghi, le battute verbose e talvolta espresse con veemenza in velocità. Aaron Sorkin trasforma una banale storia d'amore in un dibattito presidenziale, in cui si ravvisano i maneggi politici pre-elezioni, ma che lasciano ampio spazio all'idealismo arrivando a mettere in bocca a Michael J. Fox frasi come "In questo paese non soltanto è permesso dubitare dei nostri capi ma è nostra responsabilità".

Gli americani ci vanno a nozze con questi film, noi italiani un po' meno forse perché quei valori qui sono messi da parte o perché non sappiamo creare una politica ideale nemmeno nei film.

Riuscite le interpretazioni, la storia cala quando non sviluppa adeguatamente il personaggio della figlia adolescente e quello dell'avversario politico (un Richard Dreyfuss sempre più con la faccia da psichiatra) che vengono sacrificati per il prevedibile finale affrettato.

"Il presidente - Una Storia d'Amore" annoierà chi non ama le parole o le autocelebrazioni americane, mentre per chi preferisce la storia d'amore scorre leggera senza sbalzi su una scenografia un po' claustrofobica per un film da grande schermo che ha un sapore antico.

Per la serie: L'amore di un Presidente.

Voto personale: 6.0


Curiosità:
  • Il film ebbe una nomination agli oscar 1996 per Migliore colonna Sonora
  • Non sono messi a caso i riferimenti ai film di Frank Capra: il primo assistente alla regia è un certo Frank Capra III.
  • Il numero di telefono della Casa Bianca è proprio quello dettato da Michael Douglas al telefono
  • L'ufficio Ovale era stato inizialmente costruito per il film "Dave -Presidente per un giorno" (1993 con Kevin Kline) e successivamente fu riusato nella serie"The West Wing" (1999).
  • Il primo nome per il ruolo del presidente era Robert Redford, che poi non concluse l'accordo. Emma Thompson era invece l'altro nome per il ruolo poi occupato dalla Bening.
  • A Michael J. Fox era stato già diagnosticato il morbo di parkinson nel 1991, che lui nascose fino al 1998. Grazie alle cure dei medici riuscì a nascondere il suo stato durante le riprese del film
  • Aaron Sorkin ha firmato la sceneggiatura del film su Facebook, "The social network", attualmente in pre-produzione


Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!

Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.

4 commenti:

annarita ha detto...

a me il film è piaciuto molto, gli darei un voto più alto del tuo, diciamo un 7 e mezzo.
buona serata

Recenso ha detto...

mi fa piacere, qui i dialoghi sono eccellenti ma una ventina di minuti in più per approfondire meglio le difficoltà che ha creato il loro rapport li avrei graditi. Così sembra tutto troppo mieloso e utopistico, quasi fantascienza :-)

Smilla* ha detto...

come film è piuttosto scarso, però ogni volta che lo ridanno in tv non posso assolutamente fare a meno di rivederlo!! in un certo senso lo adoro XD sarà quell' aria smielata e assolutamente inverosomile che pervade tutta la pellicola, o quei dialoghi autocelebrativi in puro stile americano che mi fanno sempre sorridere ;)... bellissimo XDDD!!!

Recenso ha detto...

@Smilla*
Mi fa lo stesso effetto, lo avrò visto già 3 volte :-)

Articoli correlati

Related Posts with Thumbnails