martedì 17 agosto 2010

IL PRESCELTO

Nicolas Cage è il prescelto, protagonista del film remake di "The Wicker Man" del 1973.

il+prescelto+nicolas+cageFilm Il Prescelto
Titolo originale: The Wicker Man
Nazionalità: USA
Anno: 2006
Durata: 102 minuti
Genere: thriller, horror
Regia: Neil LaBute
Sceneggiatura: Neil LaBute
Fotografia: Paul Sarossy
Musiche: Angelo Badalamenti
Scenografia: Phillip Barker
Cast: Nicolas Cage, Ellen Burstyn, Kate Beahan, Frances Conroy, Molly Parker, Leelee Sobieski, Diane Delano



Trama Il Prescelto


Dopo aver visto morire bruciata una bambina, il poliziotto Edward Malus (Nicolas Cage) riceve una richiesta di aiuto da parte dalla sua ex Willow (Kate Beahan), a cui è sparita la figlia. Malus si reca allora sull'ìsola Summersile per indagare ma scopre una comunità chiusa dedita a strani rituali e governata da Sorella Summersile (Ellen Barkyn)...

Trailer Il prescelto





Recensione


"Il Prescelto" è un film horror del 2006 con Nicolas Cage, che, innamoratosi del "The wicker Man" datato 1973, decise di produrne un remake.

Alla regia Neil LaBute, che ha curato anche la sceneggiatura partendo dallo screenplay steso da Anthony Shaffer per l'omonimo anni '70, su cui ha applicato qualche modifica e ricavato una storia anacronistica, con la quale sembra più che altro volersi far perdonare (?) il suo precedente misogino "Nella società degli uomini" (1997).

Poco horror, molto mistery, su Summersile Nicolas Cage vaga a vuoto per oltre 90 minuti, neanche fosse su Monkey Island, passando per scene inutili e qualche incubo buttato là, per poi regalare la battuta più bella: "Avete il permesso di stare fuori dalle palle".

Trasportato ai giorni nostri e senza nemmeno l'aiuto di Christopher Lee, tenebroso Lord Summerisle dell'originale, Il Prescelto è un film né carne né pesce, che non offre neanche un'oncia di riflessione, tranne qualche stralunato riferimento alle api e il consiglio dell'uso del preservativo.

Eppure con un protagonista dal cognome Malus ("Male" in latino ma anche "mela") e uno scenario a metà tra l'Eden e Il villaggio dei dannati, dalla fotografia luminosa, qualcosa di più si poteva sperare.

C'è giusto qualche maldestra scena di emulazione Kubrikiana qua e là, ma più che altro la storia è descritta dalla colonna sonora di Angelo Badalamenti a cui evidentemente il film è piaciuto.

In conclusione, sebbene Il Prescelto predichi che "alcuni sacrifici sono necessari", potete felicemente fare a meno di vederlo. Il mio consiglio è di dare al più uno sguardo alla giacca di Nicolas Cage.

Per la serie: Se vi invitano su una strana isola scappate subito.

Voto personale: 3.5



Curiosità


  • Come previsto, "Il Prescelto" ha ottenuto 5 nomination ai Razzie Awards 2007: peggior attore (Nicolas Cage), peggior film, peggior remake, peggiore coppia (Cage e il costume da orso), peggiore sceneggiatura (LaBoute)

  • Nicolas Cage è un mago ne "L'apprendista Stregone" in uscita il 18 agosto 2010

  • Il film è dedicato al musicista Johnny Ramone, che fece conoscere a Cage la pellicola originale. (fonte: IMDb.com)

  • Come nota Edward i personaggi dell'isola hanno nomi di fiori o piante (Rose= Rosa, Beech=Faggio, Willow=Salice), ma anche il suo cognome, Malus, inteso come "mela" rispetta la regola

  • Circa l'80% dei dialoghi sono presi parola per parola dall'originale "The Wicker Man" ma inseriti in contesti diversi (fonte: IMDb.com).


Il Prescelto Spiegazione - Attenzione Spoiler


  • Tutti gli abitanti dell'isola discendevano da un gruppo di streghe, emigrate dall'Inghilterra nel XVIII secolo per sfuggire alle persecuzioni contro la stregoneria.

  • Si stabilirono nel XIX secolo su Summersile creando una società matriarcale che adorava gli Dèi della Natura e dalla organizzazione simile a quella delle api.

  • Sorella Summersile era l'ape regina, che poteva riprodursi (privilegio passato alle sue figlie); i maschi dell'isola non contavano nulla; si riconoscono anche le api operaie (le donne che lavorano nei campi, l'insegnante, la fotografa, la locandiera).

  • Al momento della procreazione le discendenti di sorella Summersile lasciavano l'isola e seducevano apposta giovani uomini nel mondo esterno, possibilmente scegliendoli tra quelli impegnati in lavori utili (Edward è un poliziotto). Avvenuto il concepimento tornavano sull'isola a partorire.

  • Se nascevano maschi venivano sottomessi e usati come schiavi. Se nascevano bambine esse venivano poi utilizzate per il rito annuale del raccolto. In caso di cattivo raccolto, attiravano con una scusa il padre della bambina protagonista dell'ultimo rito, per sacrificarlo agli Dèi e placarli.

  • Le somiglianze tra le varie bambine (tutte bionde) erano dovute al fatto che solo le donne discendenti di sorella Summersile potevano riprodursi (Willow è infatti sua figlia) e quindi sono probabilmente tutte sue nipoti e pronipoti

3 commenti:

Anonimo ha detto...

a me è piaciuto molto il film :) non capisco perche tutti dicono che faccia schifo, mi sa che molti si facciano condizionare. vi consiglio di vederlo

Recenso ha detto...

Condizionare?
Effettivamente sono stata troppo buona, meritava anche 2, ma Cage è pure uno dei miei attori preferiti :)

Grazie per la visita

Anonimo ha detto...

Orribile, senza senso.. Ti lascia proprio come dire.. MALE! Evitare di vederlo mi sembra il minimo.. E lo definiscono horror? Brutta scena la bambina che uccide il padre..

Articoli correlati

Related Posts with Thumbnails