giovedì 27 agosto 2009

IN HER SHOES-Se Fossi Lei

Due sorelle diversissime nel film "Her Shoes - Se fossi lei", prodotto da Ridley Scott, comedy drama sui valori della famiglia e sulla ricerca di sé stessi con il trio di attrici Cameron Diaz, Toni Collette e Shirley McLaine.

In+her+Shoes+Se+fossi+lei+locandinaFilm: In Her Shoes - Se Fossi lei
Titolo originale: In Her Shoes
Nazionalità: USA
Anno: 2005
Durata: 130 minuti
Genere: Commedia; Drammatico
Regia: Curtis Hanson
Sceneggiatura: Susannah Grant
Tratto dal romanzo di Jennifer Weiner, edito in italia col titolo "A letto con Maggie - In her Shoes" ( leggi il romanzo)
Fotografia: Terry Stacey
Musiche: Mark Isham
Scenografia: Dan Davis, Jesse Rosenthal, John Warnke, John Wildermuth Jr. e Teresa Visinare
Cast: Cameron Diaz, Toni Collette, Richard Burgi, Shirley MacLaine, Anson Mount, Candice Azzara, Brooke Smith, Mark Feuerstein

Guardalo in Dvd: in offerta

Trama


Maggie (Cameron Diaz) e Rose (Toni Collette) sono due sorelle agli antipodi, cicala la prima, formichina la seconda, con due caratteri sempre a rischio di cozzare. Quando Maggie si trasferisce a casa di Rose scoppia il conflitto e si separano. Maggie ritrova la nonna (Shirley McLaine) creduta morta e Rose cambia la sua vita radicalmente...

Trailer



Recensione


Un detto afferma che per capire una persona bisogna camminare nelle sue scarpe, così nel malinconico dramma famigliare "In her shoes - Se Fossi Lei" il regista Curtis Hanson dalla buona filmografia (suoi "La mano sulla culla", "L.A. Confidential") unisce in un film al femminile le due brave attrici protagoniste Cameron Diaz e Toni Collette, qui sorelle diverse come sole e luna e in rotta di collisione, con un passato di problemi famigliari da risolvere grazie alla presenza di una sempre luminosa Shirley McLaine e una identità da cercare.

La sceneggiatura di Susannah Grant gioca sulle incomprensioni tra due caratteri agli opposti: da un lato la cicala Maggie/Cameron Diaz bella e spiantata, che degli uomini fa quel che vuole, dall'altro la sorella formichina Rose/Toni Collette, trascurata e dedita al suo lavoro di avvocatessa, che se le capita un uomo in casa deve fare una foto ricordo come prova.

Nulla in comune, se non i genitori e la passione per le scarpe, di cui condividono la misura.

Un conflitto d'interessi le sbalzerà alle rispettive estremità, Maggie si ritroverà assistente in una comunità di anziani scoprendo il suo lato altruista e una nonna che credeva morta, mentre Rose cambierà lavoro gustandosi di più la vita.

La ricerca di sé stessi attraverso un temporaneo isolamento, per poi sbocciare aprendosi all'altra nella riscoperta di una famiglia dimenticata, è il nodo di questa storia intimista e introspettiva.

Shirley+McLainePurtroppo la eccessiva durata e un ritmo lento con una sequenza di eventi che perlopiù portano le due antagoniste a navigare a vista per una buona mezz'ora, lasciano delusione in chi nutre una certa aspettativa, attratto probabilmente da un titolo che promette una storia più leggera e giocato su uno scambio di ruoli, che seppur presente non ne costituisce il centro ma solo un mezzo per rivelare un'anima filmica riflessiva ma che si adagia su stereotipi mutuati dalla cinematografia di genere.

"In Her Shoes-Se Fossi lei" è un film che racconta in modo troppo lieve l'incontro-scontro tra le due sorelle, il cui motivo di conflitto pare artificioso e voluto per separarle, non adeguatamente preparato da un background di incomprensioni che invero tra le sorelle sembrano molto poco importanti.

E difatti l'amore che le unisce è comunque presente, tanto da indurre un finale buonista quasi gratuito con la sola cornice originale della invidiabile comunità per anziani con un gruppetto affiatato che sembra tratto da "Cocoon", in cui molti pensionati amerebbero trascorrere la terza età.

Infatti la storia non porta interessanti elementi fin quando non giunge Shirley McLaine che, grazie alla sua dirompente personalità, letteralmente illumina il set.

Nonostante tutto la sceneggiatura e una regia fin troppo delicata e protesa alla contemplazione più che alla partecipazione cercano in tutti i modi di affossare il ritmo, lasciandosi spesso andare a convenzionali soluzioni, come la compagnia fatta da Maggie all'anziano professore, oppure il fidanzato scontatamente occhialuto e poco attraente procurato alla intellettuale Rose, lo scandalizzarsi di Rose per la frase detta da Maggie durante la lite iniziale.

Il ritmo della quotidianità non è adatto ad un prodotto cinematografico, non giova all'attenzione, che viene mantenuta più per il cast e il nome del regista, ma che più volte rischia di scemare mentre si aspetta che qualcosa smuova le acque, fino agli ultimi quaranta minuti finali in cui finalmente la storia decolla in qualche modo.

Cameron+Diaz+Toni+ColletteE' un vero peccato che un'occasione così propizia venga sprecata con uno sviluppo prevedibile e senza colpi di scena, seminando pretesti fin troppo ad hoc, come la nonna ancora viva e perfino in splendida forma, l'ambientazione nella fin troppo linda e irreale comunità per anziani, una realtà non diffusa purtroppo in Italia, e una finale davvero troppo comodo, risoltosi nella celebrazione dei legami famigliari con la nonna costretta a fare da consulente, valori che a dire il vero le due ragazze avevano già imparato da piccole.

Quanto meglio sarebbe stato evitare il solito cliché che a quanto pare deve conferire un'atmosfera spesso eterea alle storie femminili e in cui i personaggi maschili fanno tutt'al più visita sul set.

Se "il cuore delle donne è un profondo oceano di segreti" ("Titanic", 1998), il film "In Her Shoes - Se Fossi Lei" lo fa sembrare pallido e infantile, delinea donne incapaci di trovare da sole la propria strada tanto da avere bisogno della classica nonna da family drama in uno sviluppo ideale ma non troppo realistico (lo sguardo felice dell'occhialuto quando Rose gli prospetta una vita contaminata dalla sorella fracassona).

Ma il difetto maggiore è la carenza di incisivi dialoghi, su cui dovrebbe imperniarsi un film intimista, contributi che portino davvero lo spettatore ad un riflessione profonda e ad una maggiore capacità di immedesimazione che esuli dall'affezione al cast, impresa riuscita benissimo ad altri titoli del genere. Purtroppo le uniche battute degne di questo ruolo sono nascoste nei versi di letteratura inglese che Maggie recita unita alla complicità deliziosa da sorelle che le due protagoniste riescono a mostrare.

Peccato, perché se quei quaranta minuti fossero arrivati prima e durati di più, dato un finale più faticato, curata meglio la delineatura dei personaggi nei due terzi precedenti ed evitati certi facili escamotage che sollecitano la lacrima (ad es. il letto vuoto del professore), magari anche la colonna sonora fosse stata più presente, "In her shoes - Se Fossi Lei" l'apporto al panorama family drama sarebbe stato originale e soddisfacente, invece non si erge al di sopra della media e più che altro resta la curiosità di immaginarne una comica versione italiana, magari con la Cristina Chiabotto e Arisa come sorelle e ovviamente Sandra Mondaini nel ruolo della nonna.

Per la serie: occasione sprecata.

Voto personale: 6-



Curiosità


  • Il ruolo della nonna portò a Shirley MacLaine una nomination al Golden Globe 2006 come migliore attrice non protagonista.
  • Durante il lancio pubblicitario in italia, Cameron Diaz e Toni Collette finirono da "Quelli che il calcio" e la Ventura provò a scambiare le scarpe con loro
  • L'autrice del romanzo Jennifer Weiner compare nel film dietro Toni Collette, nella scena al supermercato
  • Il primo brano che Maggie legge al professore è di Elizabeth Bishop (L'arte di perdere), il secondo è di Jane Kenyon (Let Evening Come). I versi declamati al matrimonio sono tratti da "I Carry Your Heart" (Il tuo cuore lo porto con me) di E.E. Cummings.
  • Nel casting iniziale il ruolo di Maggie avrebbe dovuto essere assegnato a Toni Collette, mentre Sarah Michelle Gellar (la ex "Buffy" della serie tv) sarebbe stata Rose


Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!

Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.

Nessun commento:

Articoli correlati

Related Posts with Thumbnails