giovedì 10 settembre 2009

WORLD TRADE CENTER. Nicolas Cage

Oliver Stone dirige "World Trade Center" con Nicolas Cage, un film memoriale basato su una storia vera.

World_Trade_CenterFilm: World Trade Center
Titolo originale: World Trade Center
Nazionalità: USA
Anno: 2006
Durata: 129 minuti
Genere: Drammatico; Biografico
Regia: Oliver Stone
Sceneggiatura: Andrea Berloff
Fotografia: Seamus McGarvey
Musiche: Craig Armstrong
Scenografia: Jan Roelfs
Cast: Nicolas Cage, Michael Peña, Maria Bello, Jay Hernandez, Armando Riesco, Maggie Gyllenhaal, Stephen Dorff

Guardalo in Dvd: In offerta / Edizione Speciale 2 DVD

Trama


11 settembre 2001, New York: in una tranquilla mattina due aerei si schiantano sulle Twin Towers tra l'incredulità generale. Il sergente John McLoughlin (Nicolas Cage) e i colleghi Will Jimeno (Michael Peña), Dominick Pezzulo (Jay Hernandez), Antonio Rodrigues (Armando Riesco) della Polizia Portuale accorrono sul luogo del disastro per prestare soccorso e decidono di entrare nella Torre Sud, ma pochi minuti dopo un crollo li intrappola. Inizia così una lunga attesa...

Trailer





Recensione


Il film "World Trade Center" vede la regia di Oliver Stone, che stavolta lascia da parte le teorie complottistiche alla "JFK", per rendere omaggio a vittime ed eroi dell'11 settembre, raccontando un calvario ambientato sotto le macerie attraverso gli occhi degli uomini della Polizia Portuale che restarono davvero intrappolati sotto le Torri Gemelle.

Osteggiato da alcune delle persone coinvolte che si divisero tra chi considerava il film una offesa ai morti e chi riteneva che la vicenda non fosse stata ben descritta, si beccò anche una amara critica per aver ignorato che uno dei personaggi, Jason Thomas, nella realtà era nero anziché bianco come invece rappresentato.

Tra gli attori protagonisti Nicolas Cage che si fa crescere i baffi per interpretare il sergente che rimase per ore nella semioscurità del disastro, pregando e imprecando, esortando i compagni e disperandosi.

Nicolas+CageI detrattori di Nicolas Cage potranno vedere il film tranquillamente perché i capelli sono quasi sempre nascosti da cappello o polvere e si vedono solo in poche scene, così come la faccia dell'attore, che se pure ha assunto espressioni da Oscar sono rimaste nella penombra in cui è costretto a recitare per quasi tutto il tempo. C'è però una sua espressione ripresa al ralenti, ma dura poco.

Dopo un buon inizio, la tanta semioscurità concilierà il sonno mentre la narrazione didascalica, più da documentario tv, deluderà chi sperava in una sceneggiatura che approfondisse le cause dell'attacco. Il film mostra come vissero quella giornata quei pochi uomini e di rimando dall'esterno le loro compagne in ansia, analizzando attraverso dei flashback il loro vissuto famigliare e personale.

Il vero difetto del film è che purtroppo la sceneggiatura e la regia fanno sembrare l'11 settembre un normale disastro nemmeno di portata mondiale, vuoi per i tanti documentari di storie simili oramai prodotti sull'argomento, vuoi per la recitazione spesso tirata degli attori, vuoi per la fotografia dalla resa discontinua tra splendida nitidezza di alcuni fotogrammi e opacità confusa di altri.

"World Trade Center" propone un excursus nell'intimo di personaggi che diventano essi stessi vittime dello stereotipo da racconto di guerra, con un sottofondo continuo di eroismo, colonna sonora retorica e un montaggio a tratti slegato, ma nonostante sia una storia vera non riesce a farla vivere col cuore.

Per la serie: 11 settembre da dentro.

Voto personale: 5.5


Curiosità


  • Il film ebbe il Premio Bulgari 2006 per la libertà di espressione e l'Hollywood Film Award come miglior film
  • Nei titoli di coda scorrono i nomi delle 87 vittime della Polizia Portuale
  • Si parla di 2749 vittime dell'attentato, ma, come sottolineato dal film "Segnali dal futuro", il numero esatto è invece 2996
  • In Usa il film uscì apposta l'11 settembre 2006, in occasione dell'anniversario dell'attentato alle Torri Gemelle
  • Danny Nucci, qui nel ruolo dell'ufficiale Giraldi, era Fabrizio, l'amico di Leonardo di Caprio in "Titanic"
  • Oliver Stone voleva Mel Gibson per il ruolo di McLoughlin, che invece preferì girare "Apocalypto". Tra gli altri nomi valutati, George Clooney e Kevin Kostner. Per il ruolo della moglie di McLoughlin era invece stato fatto il nome di Hilary Swank
  • McLoghlin soffriva di claustrofobia, quindi Nicolas Cage per interpretarlo meglio stette 7 ore in una camera di deprivazione sensoriale
  • I veri John McLoughlin e William Jimeno fanno una comparsata nella scena finale
  • La città di New York non acconsentì a far girare le scene del disastro, per cui le scene nel Worl Trade Center sono state girate a Los Angeles
  • Prevista nel 2010 l'uscita del film "L'apprendista Stregone" con Nicolas Cage e Monica Bellucci


Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!

Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.

1 commento:

annarita ha detto...

Stasera non lo vedrò, sono incerta tra X Factor e Grey's anatomy. Comunque sarei curiosa di vederlo, Oliver Stone fa sempre opere interessanti, per quanto a volte un po' pesanti. Anche se da quando ha realizzato quel documentario in cui esalta il dittatore Chavez la mia stima nei suoi confronti è scesa ai minimi storici.
buona serata

Articoli correlati

Related Posts with Thumbnails