giovedì 6 agosto 2009

GIOCO A DUE

Dal remake de "Il caso Thomas Crown" un gioco a due tra Pierce Brosnan e Rene Russo a caccia di un Monet.

LocandinaFilm: Gioco a Due
Titolo originale: The Thomas Crown affair
Nazionalità: USA
Anno: 1999
Durata: 108 minuti
Genere: Thriller; Poliziesco; Romantico
Regia: John McTiernan
Sceneggiatura: Alan Trustman, Leslie Dixon e Kurt Wimmer
Fotografia: Tom Priestley
Musiche: Bill Conti
Scenografia: Bruno Rubeo
Cast: Pierce Brosnan, Rene Russo, Denis Leary, Ben Gazzara, Frankie Faison, Fritz Weaver, Charles Keating, Mark Margolis, Michael Lombard, Faye Dunaway

Guardalo in DVD: in offerta

Trama


Thomas Crown (Pierce Brosnan) è un quarantaduenne miliardario che si è fatto da sé e ha l'hobby di rubare pregiate opere d'arte con creativi piani. Ma dopo il furto di un Monet viene puntato da Catherine Banning (Rene Russo), detective della compagnia d'assicurazioni, che avvia con lui un sensuale gioco del gatto col topo. Tra smacchi e bluff nasce l'attrazione, ma è possibile il lieto fine tra due persone diffidenti e con interessi opposti?

Trailer



Recensione


Prodotto da Pierce Brosnan, in quel periodo noto come volto di James Bond, "Gioco a due" è il remake del noto "Il caso di Thomas Crown" del 1968 dove la coppia ladro/detective era interpretata da Steve McQueen e Faye Dunaway, la quale qui ritorna nel ruolo della divertita psichiatra.

Pierce+Brosnan+Rene+RussoLa maledizione del remake profetizza che la seconda volta non è mai come la prima e ovviamente i paragoni sono facili quando si conosce già la storia e quando i protagonisti sono grandi attori.
Ciò non toglie che questo remake sia una pellicola godibile e intelligente che presenta azzeccate variazioni rispetto all'originale.

All'improbabile miliardario ladro di banche con la faccia da duro di Steve McQueen, Pierce Brosnan, che in gioventù ha studiato arte e grafica ed oggi è un apprezzato pittore, sostituisce l'elegante e affascinante affarista dal guardaroba Bondiano che nel tempo libero si dedica ai furti d'arte, un crimine molto più compatibile con lo status sociale del personaggio che si associa molto bene alla faccia di Brosnan.

I deliziosi siparietti da commedia animati da Faye Dunaway, voluta da Brosnan come ideale collegamento con l'antecedente, gettano uno sguardo sui caratteri dei due protagonisti e ne rivelano efficacemente la logica delle azioni, consentendo allo spettatore di seguire tutta la storia.

La sceneggiatura regala all'inizio e alla fine due raffinati furti, il primo introdotto da una sobria presa in giro del Cavallo di Troia, il secondo, dedicato invece al quadro "L'Uomo con la bombetta" di Magritte, che si svolge con una indimenticabile e originale sequenza, ben realizzata e musicata dalla canzone "Sinnerman" di Nina Simone. L'ultimo furto lascerà giustamente di stucco perché dopo 90 minuti di sfide e sottolineature di quanto sia abile il ladro la soluzione utilizzata è semplice ma geniale e ironica.

Pierce+BrosnanTra i due furti una serie di incontri ammiccanti ma credibili perfino nei dialoghi tra gli attori che paiono trovarsi a proprio agio anche nelle scene sensuali, con tanto di equivoci e colpi di scena che mettono in risalto il continuo gioco a due che sceneggiatore e regista intraprendono con lo spettatore, aiutati da una buona colonna sonora leggera e sbarazzina dal taglio classico.

Meno scanzonato del precedessore ma più cerebrale, potrà annoiare per l'eccesso di ricchezza e bellezza ostentato da vestiti, acconciature e weekend su isole tropicali e il conteggio dei bicchieri che continuamente ha in mano Rene Russo dalla messa in piega indistruttibile, irriterà per la perfezione della rasatura di Brosnan e le sue giacche senza mai una grinza, ma quando si gira una storia ambientata tra straricchi cosa ci si deve aspettare?

"Il caso Thomas Crown" passò alla storia per una partita a scacchi in chiave sexy, qui la partita è solo ipotetica, ma il film "Gioco a Due" risulterà gradito ai fan dell'ex ladro di gioielli Remington Steele ("Mai Dire Sì" - serie tv) e agli ammiratori della sempre piacente Rene Russo, mentre verrà inevitabilmente liquidato come "scemotto" dai soliti che non perdonano a Brosnan i doni avuti da Madre Natura.

Per tutti gli altri, un piacevole remake di un vecchio classico, avvolto da una gradevole fotografia pastello.

Per la serie: Amore tra porcospini.

Voto personale: 8.0


Curiosità:
  • Alcune location in cui il film è stato girato sono Central Park, New York Public Library, Metropolitan Museum of Art a Manhattan, Martinique, Départements d'Outre-Mer in Francia
  • Il film ha vinto due Blockbuster Entertainment Awards nel 2000 come miglior attore per Pierce Brosnan e come miglior attore co-protagonista per Denis Leary
  • Tra i film diretti da John McTiernan, "Predator", "Last Action hero", "Basic" e "Caccia a Ottobre Rosso"
  • Ben Gazzara compare in una scena.
  • Denis Leary, il poliziotto, ha prestato la voce alla tigre Diego in tutte e tre le versioni originali de "L'era Glaciale".
  • La bella ragazza che rischia di separare i due è Esther Canadas, famosa fotomodella spagnola al suo debutto cinematografico
  • Si parla di un sequel del film ma per ora è ancora in fase embrionale


Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!

Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.

2 commenti:

Smilla* ha detto...

purtroppo non ho mai visto l' originale, però devo dire che questo film mi è sempre piaciuto parecchio. Certo non è un capolavoro della filmografia, ma sicuramente non ha il pretesto di esserlo; ci sono delle sequenze e delle situazioni davvero molto belle (prime fra tutte, come hai già fatto notare, i due furti, sopratutto l' ultimo) avvalorate da una colonna sonora davvero interessante e piacevole. Lui è perfetto per il ruolo e infatti ci si muove con disinvoltura, e lei lo spalleggia con egregia maestria. Nel complesso un bel film semplice ma intelligente e in un certo modo raffinato, si fa rivedere sempre più che volentieri.

Recenso ha detto...

...e anche gli attori si fanno vedere :-)
Grazie per la visita

Articoli correlati

Related Posts with Thumbnails