lunedì 15 febbraio 2010

Itinerari a Sharm El Sheik: l'Isola del Faraone!

Sharm El Sheik è conosciuta da tutti per le sue spiagge e per i suoi meravigliosi fondali, apprezzati dai sub di tutto il mondo.

Questa meta egiziana, sopratutto nel periodo invernale, quando in Italia ci sono pioggia, freddo e molto spesso neve, è piuttosto ambita da molti turisti che vogliono regalarsi una settimana di sole e mare senza però spendere una cifra folle.


Già perchè i tour operator applicano spesso particolari sconti e promozioni che fanno di questa meta turistica una delle più economiche con un ottimo rapporto qualità prezzo.

In questa breve descrizione di questa assolata località però voglio illuminare i turisti su aspetti magari meno conosciuti di Sharm El Sheik, che oltre ad avere sole e mare in abbondanza ha anche moltissimi luoghi da visitare.

Sharm e dintorni infatti hanno una storia davvero molto antica alle spalle e le vestigia di questo passato sono ancora visibili per il turista che oltre a crogiolarsi al sole vuole anche regalarsi qualche visita o qualche escursione diversa dalla solita gita nel deserto.

A pochi chilometri a sud sorge la suggestiva Isola del Faraone (Geziret Faroun), dotata di un meraviglioso porto naturale utilizzato già a partire dal X secolo a.C. Dagli abili mercanti Fenici per i loro collegamenti commerciali con l'Egitto. La storia dell'isola prosegue sotto il dominio bizantino e continua poi con i Crociati, che nel XII secolo costruirono una possente fortezza che ancora oggi i turisti possono ammirare in tutto il loro splendore visto che è stata recentemente ristrutturata.

La fortezza, in seguito conquistata da Saladino, venne ulteriormente rinforzata dai nuovi proprietari ed oggi conserva intatto il suo mix tra l'architettura medioevale e quella islamica. La fortezza venne costruita dai Crociati per dare un rifugio sicuro ai pellegrini che si recavano in visita al Monastero Fortificato di Santa Caterina, che sorge ai piedi del Monte Sinai e che vale veramente la pena di visitare magari facendo una sosta durante il tragitto all'Oasi di Feiran, dove si tramanda siano passati anche Mosè ed il suo seguito.

Come abbiamo visto dunque Sharm non è veramente solo spiagge assolate e immersioni ma sa offrire un quantità notevole di itinerari artistici, culturali ed architettonici a quanti voglionano saperne di più sulla storia secolare di quesa incantevole terra.

Autore Fonte: Last minute Sharm el Sheik

Nessun commento:

Articoli correlati

Related Posts with Thumbnails